Tra neutralità e concludenza. La contumacia nel processo civile | Clarice Delle Donne | Ebook | Giappichelli su Sanpaolostore.it

San Paolo Store

Tra neutralità e concludenza. La contumacia nel processo civile

Ebook di   Clarice Delle Donne

Tra neutralità e concludenza. La contumacia nel processo civile Ebook di  Clarice Delle Donne
€ 29, 99
  • Editore: Giappichelli
  • Tipo protezione:Adobe DRM
  • Condivisione:Permesso limitato.
  • Dispositivi:6
  • ISBN: 9788892183285
Questo contenuto è protetto da Adobe DRM: per poterlo leggere segui le istruzioni riportate qui

PDF € 29, 99 Disponibilità immediata

Nel processo civile italiano la contumacia porta con sé il destino dell'ambivalenza. La contumacia esprime infatti la condizione di chi, parte del processo, soggetto agli effetti del giudicato e avente perciò interesse all'esito favorevole della lite, sceglie al contempo di non contribuire a tale esito costituendosi in giudizio. Questo impone a chi intenda ricostruirne la disciplina il confronto con una convivenza quantomeno problematica, quella tra l'interesse alla definizione favorevole della lite che innerva lo status di parte e la carenza di un impegno difensivo a supporto. Il quadro normativo mostra come l'ambivalenza sia strutturale e, come tale, insuscettibile di essere apprezzata con la logica della prevalenza di una delle sue anime (indefensio) sull'altra (status di parte). Non un nodo da sciogliere, allora, ma la complessità ineliminabile del ruolo che la parte assume nel processo e che non viene meno per l'assenza del complesso di allegazioni in cui si compendia la strategia difensiva. Il rilievo non è scontato se si pensa che, solo perché non si difende, la parte non perde il suo status, con tutto quel che ne consegue in termini di interesse all'esito favorevole della lite, e non è automaticamente inattiva.

PERCORSI

L'uso di questo contenuto è regolato da licenza

eBook: istruzioni per l'uso

S
Servizi