San Paolo Store

Un buon modo per cominciare

vota, segnala o condividi

Ci siamo. È tempo di tornare alla realtà.  
A scuola, al lavoro, all’impegni di tutti i giorni. Facili o difficili, amati o detestati che siano.
È dura. È naturale.
Durante l’estate avete posato la testa sul comodino e ve la siete spassata. O avete fatto qualcosa di utile. Oppure avete riposato. Comunque sia, avete staccato. E ora vi tocca ricominciare: aiuto!
Le strade dei paesi e delle città sono di nuovo piene. Di persone. Di pensieri. Di novità da affrontare. Vi sentite come il primo uomo sulla Luna, sospesi, senza gravità. Sembra quasi che l’energia che avete accumulato svanisca nel momento stesso in cui cominciate.
Allora? Come si fa?
Posto che non si può scappare, vi diamo qualche suggerimento.
Dal 4 all’8 settembre si tiene il Festival della Letteratura di Mantova. Cinque giorni di festa. E di impegno. Con autori rinomati ed emergenti, musicisti e scienziati. Tra letture, concerti e iniziative di ogni tipo.
Il 7 settembre si elegge il vincitore della 51° edizione del Premio Campiello, uno dei più prestigiosi nell’ambito della narrativa italiana. I candidati sono Fabio Stassi con L'ultimo ballo di Charlot, Giovanni Cocco con La caduta, Valerio Magrelli con Geologia di un padre, Beatrice Masini con Tentativi di botanica degli affetti e Ugo Riccarelli con L’amore graffia il mondo.
Andate. Leggete. Discutete.
Anche se può sembrare paradossale, impegnare la mente è il modo migliore per non pensare
. Per sfuggire alla gravità. Alla banalità. Per liberare gli ingranaggi del cervello dall’ultima sabbia rimasta.
Poi, certo, c’è la realtà. Ma è il passo successivo...