San Paolo Store

Maria Valtorta

vota, segnala o condividi

Maria Valtorta è stata una mistica italiana che ha lasciato una portata considerevole di scritti.
Nata a Caserta nel 1897 da genitori lombardi, Maria traslocò diverse volte con la sua famiglia, prima di stabilirsi definitivamente a Viareggio dove morì nel 1961.
Nel 1920, subì una aggressione e riportò una lesione della spina dorsale che la portò, negli anni, ad una semiparalisi.
Maria Valtorta era una fervente cattolica e fu anche delegata dell'Azione Cattolica. La lettura dell'autobiografia di Teresa di Lisieux, Storia di un'anima, la colpì profondamente e la convinse a dedicare la sua vita a Dio.
Nel 1943 Maria incontrò un sacerdote servita, padre Romualdo Maria Migliorini, e questi divenne il suo padre spirituale e le chiese di scrivere la propria autobiografia. Maria, che già aveva mostrato attitudine alla scrittura, nell'arco di pochi mesi, riempì sette quaderni autografi. Nel '44 entrò nel Terz'Ordine dei Servi di Maria presso la comunità di Viareggio ed è in questo periodo che Maria udì la voce di Gesù  che la chiamava a scrivere sotto dettatura. Questo "dettato" diede vita a un'opera monumentale: tra il 1943 e il 1947, con alcuni quaderni fino al 1951, Maria scrisse di getto centoventidue quaderni autografi, che contengono tutte le opere diverse dall'Autobiografia.
Padre Migliorini cominciò ben presto a diffondere gli scritti di Maria sebbene contro la  volontà della Valtorta. Il pontefice Pio XII volle prendere visione dell'intera opera e dopo averla attentamente consultata diede disposizione di pubblicarla e di leggerla "così come è stata scritta". 
 
L'opera e le sue vicissitudini
Negli ani '50 vennero gradualmente stampati i vari volumi dell'opera della Valtorta (dapprima con il titolo "Il Poema dell'uomo- Dio") e all'indomani della pubblicazione del quarto volume, il 16 dicembre 1959, il Sant'Uffizio condannò l'opera e la iscrisse nell'Indice dei libri proibiti. L'opera riporta la vita di Gesù ampiamente romanzata, con alcuni eccessi stilistici e di contenuto, oltre ad alcune inesattezzee dottinali non in linea con l'ortodossia cattolica. L'Index è poi decaduto nel 1966. L'opera non è più, quindi, proibita, ma lo stesso Ratzinger, anni fa ne sconsigliava la diffusione.
L'opera immensa di Maria Valtorta di può suddividere a grandi linee così:
- L'Autobiografia
- L'Evangelo come mi è stato rivelato (prima uscito con il titolo Il Poema dell'Uomo-Dio)
- I Quaderni 1943 / 1944 / 1945-50 integrativi dell'opera principale ( l'Evangelo)